fbpx

Musk e Twitter accoppiata vincente?

La vicenda tra Musk e Twitter sembra conclusa a favore del miliardario, oppure è solo l’inizio? Sicuramente vedremo cambiamenti importanti sulla piattaforma social, ma saranno rivoluzionari e all’altezza delle ambizioni di Elon Musk?

Elon Musk e Twitter potrebbero davvero essere un accoppiata vincente? O sarà un disastro come pochi?

L’ opinione pubblica è letteralmente spaccata in due, forse più per simpatia o antipatia nei confronti di Elon Musk (perché non c’è una via di mezzo).

Perché difficilmente noi comuni mortali abbiamo delle basi per poter giudicare un’operazione da 44 miliardi di dollari.

Possiamo però immaginare cosa potrebbe succedere in un prossimo futuro nel mondo di Twitter.

Prima della conferma dell’acquisto di Twitter da parte di Elon Musk, il miliardario ha annunciato di voler rendere il social “migliore che mai”.

Certo nessuno può sapere cosa passa per la testa al buon Elon, ma di una cosa siamo certi, le sue idee sono sempre un passo avanti a tutti. Non si è ancora capito se anticipa il futuro o è proprio lui a progettarlo.

L’opinione di Jeff Bezos

Scherzi a parte, avere un potere mediatico così forte è pura scelta strategica. Da sempre persone con potere e manie di grandezza coprano i mezzi di informazione.

Prima si comprava un giornale, non in edicola, un vero e proprio Giornale, come fece Jeff Bezos nel 2013 con il Washington Post per $250 milioni.

Proprio Bezos alla notizia di Musk e Twitter ha subito twittato “che il governo cinese abbia appena acquistato un pezzettino della piazza di paese?”

Naturalmente Twitter è un social di grande spessore in cui leader mondiali condividono pensieri e informazioni, più che su qualunque altro social. Avere quindi il controllo di questo mezzo di informazione non è cosa da poco.

Se parliamo con Elon Musk, ovviamente i cambiamenti saranno rivolti a migliorare il social sotto il punto di vista delle funzionalità, rendendo aperto l’algoritmo e migliorando l’identificazione degli utenti eliminando i bot.

Ovvie frasi di circostanza, lo sappiamo, solo il tempo ci dirà a cosa sia dovuta questa acquisizione.

Una cosa possiamo dirla però, non molto tempo fa Elon Musk a proposito di Twitter ha detto “Se le regole del gioco non mi piacciono, allora scelgo di andare giocare da un’altra parte, magari realizzando un passatempo tutto mio“.

Si riferiva al fatto di voler creare un social network tutto suo. In fin dei conti avrà pensato fosse più economico comprare la causa del suo problema.

Onore al merito

Ci siamo divertiti a fare qualche battuta sul miliardario megalomane che è ormai l’uomo più ricco del pianeta, ma diciamo qualcosa di veramente importante.

Elon Musk soldi o no è pur sempre un genio che merita il rispetto dovuto, non ha paura di dire cosa gli passa per la testa, anche se le persone che lo circondano capiscono solo la metà delle cose che dice (anche meno).

Un visionario, che vuole lasciare la sua impronta su questo mondo. Non facciamo gli ipocriti, anche noi creativi, geni incompresi del nostro settore ci sentiamo un po’ come lui.

Proviamo a guardare questa vicenda con occhi curiosi, non critici, apprendendo quello che le nostre menti non vedono ancora.

L’opinione del fondatore di Twitter

Se può interessarvi l’opinione del fondatore di Twitter Jack Dorsey, è soddisfatto di come si sia conclusa la vicenda tra Musk e Twitter.

Ha detto: “Elon è l’unica soluzione di cui mi fido”, lo ha definito “un primo passo corretto, per liberare il social da Wall Street e dal modello pubblicitario”.

Così Musk ha anche il sostegno del fondatore di Twitter, che vede un futuro più roseo per la sua creatura.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: