fbpx

Blue Monday, usarlo al meglio per il tuo brand

Il Blue Monday, il giorno più triste dell’anno, una metafora che calza a pennello con quello che hanno attraversato i nostri brand negli ultimi anni, ma possiamo usarlo a nostro favore per rinnovarci e rimetterci in piedi.

Un’equazione di pseudoscienza ha dato vita al Blue Monday, formata da fattori quali: la fine delle feste e la lontananza delle prossime, le basse temperature, i chili di troppo presi durante i cenoni, il portafogli alleggerito dai regali di Natale.

A questo aggiungiamo il ritorno in ufficio e la routine quotidiana che ci ha già annoiato dalla prima settimana. Per questo si celebra il terzo lunedì di gennaio (solo nell’emisfero boreale).

Nascita del Blue Monday

Forse pochi sanno che questa ricorrenza non è stata altro che una trovata di marketing, nata nel 2005 da Sky Travel al fine di convincere le persone che per sconfiggere la tristezza di questo giorno, la migliore opzione era acquistare un viaggio.

Sembrerà ridicolo, ma un’idea così semplice ha creato poi un trend che tutti noi conosciamo. Forse perché, anche non essendoci un vero fondamento scientifico dietro, ci spinge a fare i conti con l’inizio di un nuovo anno e la realtà che viviamo.

man tattooed praying
Photo by Ric Rodrigues on Pexels.com

Trasformare i momenti di sconforto

Allora come possiamo usare questo trend per migliorare qualcosa, ad esempio il nostro brand? Così da trasformare la tristezza in determinazione e voglia di cambiare e migliorare.

Nel settore digitale si sfruttano queste settimane di gennaio per sviluppare ad esempio il piano editoriale per tutto l’anno. Organizzare social, campagne pubblicitarie e calendarizzare tutto.

Quindi mentre ci occupiamo del nostro piano editoriale, ne approfittiamo per darvi qualche consiglio. Potrete trasformare il Blue Monday in una giornata positiva per migliorare il vostro brand.

7 punti su cui lavorare

  • Scrivete gli obbiettivi che volete raggiungere nel nuovo anno, principali ed intermedi, in modo da avere sempre un punto di riferimento da raggiungere.
  • Fate una lista degli errori che avete commesso nell’anno precedente, in modo da non ripeterli in questo. Per poter migliorare è necessario capire dove abbiamo sbagliato.
  • Cominciare delle buone abitudini, che creino efficienza nelle nostre giornate. Ad esempio svegliarsi 30 min prima la mattina, usare meno l’auto e più la bici per fare movimento se si sta tutto il giorno in ufficio. Ritagliarsi il tempo per gli hobby, come la lettura, lo sport, perché lavorare troppo peggiora l’efficienza.
  • Evitate di procrastinare, se avete tempo di fare una cosa, fatela subito. Per questo è bene organizzarsi, se tendete a rimandare tutto, vi ritroverete con una infinità di cose da fare e il tempo vi sembrerà poco.
  • Serve un atteggiamento positivo. Può sempre essere la chiave di tutto, guardare il lato positivo crea sempre la voglia di andare avanti. Quindi adottate sempre delle positive vibes anche nel vostro brand.
  • Cercate sempre idee nuove, prendere ispirazione, non copiare. Ritagliatevi del tempo per fare brain storming, non è mai tempo sprecato, semmai investito.
  • I professionisti esistono, usateli. Fare tutto da soli può essere un buon allenamento per le vostre competenze, ma per i risultati servono i professionisti, non sottovalutate mai i vari aspetti del business.
  • Uscite fuori dalla vostra confort zone. Un consiglio che tutti dovremo incorniciare davanti la nostra postazione di lavoro. Se rimaniamo sempre nella nostra zona di protezione non scopriremo mai niente di nuovo e questo ci demoralizzerà, trasformando tutti i gironi in Blue Monday.

Per il brand e per se stessi

Questi piccoli consigli sono validi per il vostro brand e per la vostra vita, perché tutti i brand sono formati da persone e le persone hanno alti e bassi. Per questo è importante per un azienda, non solo raggiungere gli obbiettivi, ma prendersi cura delle persone che la compongono.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: